Consigli per Candidati e Recruiter sui colloqui di lavoro a distanza su Skype

0 2 anni ago

Nel 2019 è possibile che vi capiti di dover sostenere un colloquio anche in remoto tramite programmi di video-chiamata, il più comune è Skype. Questa modalità di colloquio è davvero efficace per chi svolge un tipo di lavoro non manuale, pertanto è utilizzabile per tutti i ruoli commerciali, amministrativi e in cui ci sia un’attività intellettuale. In alcuni casi questa modalità può essere usata come fase intermedia, in caso di selezioni che prevedano più incontri.

I vantaggi

  1. Maggiore facilità di compatibilità di orari tra candidati e Hr specialist
  2. Risparmio economico (non bisogna stampare documenti, benzina, parcheggio, eventuali trasferte di treni, pasti fuori casa ecc.)
  3. Diminuzione dell’inquinamento (in particolare in relazione all’uso delle auto per l’inquinamento e il traffico, soprattutto per le aziende site nelle zone industriali o periferiche mal servite dai trasporti pubblici)
  4. Facilità di accesso nella popolazione (basta avere uno smartphone e una connessione internet)

Indicazioni per i candidati che cercano lavoro

Questa modalità è piuttosto frequente ormai anche in Italia per questo volevo dare dei suggerimenti per i candidati e i colleghi recruiter.

Consiglio di fare sempre delle prove prima di fare i colloquio, per capire se microfono e telecamera funzionino perfettamente. Inoltre controllate lo sfondo dell’inquadratura, tentando di ottenere un’immagine il più possibile neutra e professionale. Assicuratevi inoltre di non essere disturbati e silenziate il telefono. Qualora il software risulti pesante, è possibile anche scaricare per il proprio device mobile (Android per esempio) la versione Skype Light che è meno pesante.

Iniziamo tutti a prendere l’abitudine dunque ad inserire anche il nostro “nome Skype” nel cv tra i recapiti, subito dopo l’email. Questo ci permetterà di mostrarci subito operativi agli occhi di un addetto alla selezione del personale anche per questa tipologia di colloquio, che si sta lentamente affermando come normalità anche nel nostro mercato del lavoro.

Indicazioni per gli addetti alla selezione delle risorse umane

Vorrei invitare i colleghi ad un uso più frequente di questa modalità di colloquio. Inoltre vorrei segnalare l’esistenza di una versione di Skype nuova e pensata per fare i colloqui e assolvere le esigenze specifiche degli HR recruiter: Skype Interviews (https://www.skype.com/it/interviews/).

Si genera un link (indirizzo web) che si invia al candidato che entra in una “stanza” in modo totalmente sicuro. Le uniche persone a poter accedere sono il creatore della stanza (il recruiter) e il candidato o i candidati a cui è stato inviato l’indirizzo. Inoltre è possibile anche pianificare i colloqui, canvas e note condivise. Merita dunque quantomeno una sperimentazione per capire il suo funzionamento.

Alcune persone sicuramente potrebbero sostenere, come spesso ho letto, che preferiscono il contatto di persona e tendenzialmente sono anche d’accordo con questa posizione. Tuttavia il cambiamento in tal senso non un processo reversibile. Bisogna dunque avere il coraggio di orientarlo, comprenderlo e non subirlo passivamente, altrimenti rischiamo di essere esclusi da alcuni ambiti molto rilevanti della vita. Visto che trattiamo una modalità nuova di recruiting sicuramente ci saranno dei problemi iniziali, ma sono certo che l’abitudine e la pratica ci permetteranno di padroneggiare questo strumento senza eccessivi problemi.

#BeYourHero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *