Chiarezza sulle tipologie di tirocini/stage/internship

0 2 anni ago

Un argomento che genera spesso confusione sia nei ricercatori di lavoro (job seeker) sia in chi pubblica annunci è il cosiddetto stage.

Il tirocinio è teoricamente una forma di contratto non lavorativo, ma che prevede la formazione della risorsa. La questione che crea incertezza è nelle tipologie principali di stage che abbracciano persone con specifiche caratteristiche. In maniera divulgativa andremo a capire le 3 macro-categorie che possono fare la differenza per i giovani e meno giovani che si affacciano al mondo del lavoro.

Tirocinio o Stage curriculare

Viene previsto nei piani di studi, ma attivabile anche “fuori piano” in certi contesti, purché si risulti effettivamente uno studente universitario.Attivabile solo se sei studente universitario (o master che erogano CFU o in generale della durata di più di 1000 ore). Di norma non è retribuito, ma dipende dall’azienda.

Considerate questa opzione che possa anche rimandare il conseguimento del titolo che però vi permetta di fare un’esperienza seria. Spesso i tirocini universitari sono “inutili” perché fatti da enti autoreferenziali (tipo quelli pubblici). Cercatevi voi un tirocinio e attivate voi una convenzione per fare un tipo di esperienza da rivendervi appena conseguite il titolo.

Tirocinio o Stage curriculare per neo-laureati

Viene previsto anche ai laureati che hanno conseguito il titolo massimo entro 365 giorni dalla proclamazione del titolo (diploma o laurea che sia). Come per quello precedente lo scopo è favorire la fase di transizione tra “scuola” e lavoro, come una tappa intermedia di lavoro-formazione sul campo. Di norma non è retribuito, ma dipende dall’azienda.

Finché siete neo-laureati cercate di attivarvi da subito per sfruttare questa opportunità. Questa tipologia di contratto (in generale quello curriculare) è molto in voga nelle grandi aziende, specialmente le impremultinazionali. Nelle recenti evoluzioni del mercato è spesso utilizzato anche dalle agenzie per il lavoro (Adecco, Manpower, GiGroup e così via).

Tirocinio o Stage extra-curriculare

Viene previsto per tutti, specialmente per chi ha effettuato master con società private. Se non si ha un ente di provenienza (come una Business School) si può attivare il tirocinio tramite il centro di collocamento.

Per legge è retribuito e i minimi contrattuali dipendono dalla normativa regionale. Attualmente in Campania è 500 il rimborso. Si parla di rimborso e non di reddito, quindi non si risulta occupati legalmente e questo influisce sulla NASPI (disoccupazione) che non è richiedibile.

Come capire la tipologia di tirocinio da un annuncio?

Molto spesso non troverete nell’annuncio di lavoro quale tipologia di stage sia, però se leggete rivolto a “neo-laureati” già potete avere un’idea. Io vi consiglio nel dubbio di contattare i recruiter dell’azienda su LinkedIn e di chiedere prima di inviare la candidatura. In questo modo potrete velocizzare i tempi della selezione e non avere delusioni inutili essendo scartati per assenza di requisiti giuridici. Purtroppo il livello di attenzione negli annunci è ancora insufficiente e bisogna adottare accorgimenti per avere un’idea più chiara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *